SERVIZI - CEFIM

La peculiarità dell'attività fisioterapica e riabilitativa è rappresentata dalla necessità di garantire cicli di terapia a cadenza variabile per ottenere la massima efficacia e nel rispetto delle esigenze particolari degli utenti.

L'organizzazione del lavoro tende quindi ad assicurare la presenza di personale qualificato durante tutto l'orario di apertura giornaliera e settimanale, con una notevole flessibilità operativa, privilegiando comunque le prestazioni per appuntamento.

CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO
Ciascun paziente è affidato ad un solo terapista per ciascuna delle tipologie di terapie che deve effettuare (fisiochinesiterapia, logopedia, neuropsicomotricità) e gli è garantita la prenotazione con lo stesso e nello stesso orario per tutta la durata di ciascun ciclo di terapie.

Nell'eventualità vi fosse poi la necessità per il paziente di cambiare giorno oppure orario, tale variazione dovrà essere tempestivamente comunicata alla Segreteria del Centro che, compatibilmente con le proprie esigenze organizzative, provvederà a fornirgli un'altra collocazione oraria.
Non potrà però essere garantita la continuità delle terapie con lo stesso operatore.

TEMPI DI ATTESA
Le terapie con impegnativa prenotate dovranno essere comunque effettuate consecutivamente ed il posto non potrà essere garantito in caso di assenza non giustificata di oltre due giorni che dovrà comunque essere tempestivamente comunicata in segreteria.
La stessa è a disposizione del paziente per concordare poi gli eventuali recuperi per le terapie non effettuate.

Tali recuperi potranno essere garantiti solo se effettuati nel mese di validità dell'impegnativa.
Per tutti i recuperi il CEFIM, pur assicurando la completa disponibilità dei propri operatori, all'interno degli orari di lavoro degli stessi , non potrà garantire al paziente l'appuntamento con lo stesso terapista.

I pazienti in regime ex L. R. 11/84 termineranno le terapie nel giorno della scadenza del contratto riabilitativo, a meno che non sia prevista nello stesso la possibilità di richiedere la continuità terapeutica.